sfondo

La terapia PRP (Plasma Ricco di Piastrine) è una moderna tecnica mini invasiva che ha la finalità di stimolare il metabolismo follicolare e la rigenerazione cellulare attraverso l’infiltrazione di plasma ricco di piastrine nella zona interessata al diradamento. Questa terapia non è soggetta a test allergici perché si tratta di rielaborazione ed infiltrazione di materiale autologo contenente fattori di crescita che interagiscono con le cellule staminali già presenti.

Prima del trattamento (clicca per leggere)

Prelievo ematochimico

Si preleva al paziente – con strumentazione adatta allo scopo – una quantità di sangue venoso tra 50 e 100 ml. Il sangue è contenuto in apposite provette specifiche per il processo di lavorazione richiesto e per il successivo utilizzo.

Preparazione PRP

Le provette contenenti il sangue prelevato vengono posizionate in una centrifuga dedicata. Si procede con la centrifugazione delle stesse per un tempo ed una velocità determinata dalla speciale necessità di separazione del materiale ematico. Viene conseguentemente separato il PRP – plasma ricco di piastrine – che si presenta ricco di fattori di crescita presenti all’interno delle piastrine che sono in grado di attivare le cellule staminali con capacità rigenerativa.

 

Il trattamento (clicca per leggere)

Estrazione ed infiltrazione del PRP

La terapia viene eseguita in un ambulatorio chirurgico con condizioni tali da garantire una procedura sterile. L’area interessata può essere sottoposta ad anestesia locale perché la terapia prevede una serie d’infiltrazioni che possono causare un lieve dolore. Nella maggioranza dei casi l’ anestesia non è necessaria. Il chirurgo procede con le infiltrazioni programmate usando aghi di calibro minuscolo e ripetendo l’azione a scacchiera. Conclusa la terapia il paziente potrà tornare alle normali attività immediatamente. A seconda del tipo ed estensione del diradamento verranno programmate le sedute con cadenza mensile o bimestrale.

 

Dopo il trattamento (clicca per leggere)

PRP: Il risultato

Questa terapia è basata sull’evidenza scientifica e sull’esperienza medica. I risultati valutati sui pazienti hanno chiaramente dimostrato il grande beneficio ottenuto. Bisogna comunque ricordare che la positiva reazione follicolare che si converte in rigenerazione capillare richiede almeno 60 giorni per essere osservabile. Il paziente dovrà attendere l’inizio della ricrescita entro 60/90 giorni dalla prima seduta. Il processo di riattivazione è progressivo e quindi il risultato sarà dinamico.
Se il meccanismo di interferenza con il naturale processo di rigenerazione cellulare continua – come nella quasi assoluta maggioranza dei casi – sarà opportuno programmare una seduta annua per rinforzare la riattivazione delle cellule staminali con i fattori di crescita.

Vantaggi del PRP

• Stimolazione cellulare dei follicoli
• Terapia autologa
• Nessun periodo di convalescenza
• Sedute veloci e poco invasive
• Sicura e senza effetti collaterali

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial